15 vignette semplicemente geniali di Shanghai Tango

15 vignette semplicemente geniali di Shanghai Tango

Shanghai Tango è il nome dietro cui si nasconde un anonimo fumettista cinese. Le sue vignette sono diffusissime in rete per la loro genialità, combinata con la semplicità di realizzazione.

Le illustrazioni di Vrinda Zaveri

Le illustrazioni di Vrinda Zaveri

on Feb 20, 2017

Originaria dell’India, Vrinda Zaveri oggi si è stabilita nella soleggiata San Francisco, dove lavora come illustratrice freelance. Le sue immagini ricordano le colorate illustrazioni dei libri di scuola, con la loro innata capacità di invitare al piacere della scoperta e dell’avventura.


Est e Ovest a confronto nei pittogrammi minimal di Yang Liu

Est e Ovest a confronto nei pittogrammi minimal di Yang Liu

on Feb 17, 2017

Yang Liu è nata a Pechino ma vive in Germania da quando aveva 14 anni. Crescere in due paesi così diversi ed avere una spiccata propensione per il design sono le premesse da cui nasce il progetto East meets West, una riflessione in chiave minimal sulle differenze fra le due culture.


Illustrazione che diventa poesia: Liév

Illustrazione che diventa poesia: Liév

on Feb 16, 2017

La vita è un’illusione. Un’assunto che potrebbe apparire estremo, ma che in questo caso è semplicemente il nome di un progetto artistico che si colloca a metà strada tra poesia e illustrazione. L’ideatore è un giovane colombiano di nome Daniel Lièvano, in arte Liév.


Gli attimi fuggenti di Annalisa Ventura

Gli attimi fuggenti di Annalisa Ventura

on Feb 14, 2017

Siciliana di nascita, dopo essersi laureata allo IED, Annalisa Ventura ora vive e lavora a Milano come grafica e illustratrice presso la Mondadori. Molta della sua produzione personale ritrae piccole gioie quotidiane, semplici ma intense.


La sensualità cosmica di Petite Bohème

La sensualità cosmica di Petite Bohème

on Feb 14, 2017

Quello di Petit Boheme è un mondo fatto di poche linee nere, intrise di femminilità e desiderio, e un tocco di smalto rosso. Un dettaglio che ricorda l’arte erotica di Frida Castelli, con cui l’illustratrice francese ha in comune più di un tratto, in primis la centralità della donna, nel suo sentirsi libera di vivere la propria sessualità lontano da ogni pregiudizio.