Alice Lindstrom e l’arte di “illustrare con le forbici”

da | 27/11/2017 | Illustrazione

Alice Lindstrom vive e lavora a Melbourne come illustratrice freelance e il suo background culturale è a dir poco impressionante. Ha studiato musica classica e filosofia, laureandosi in Scienze Umanistiche all’Università di Adelaide. Poi la sua passione per l’arte e il disegno l’ha portata a Sidney, dove si è laureata in Design e lavorato come scenografa. Tornata ad Adelide ha aggiunto ai suoi titoli un master in Studi Museali e un altro diploma di laurea in Storia dell’Arte.

I lavori di Alice hanno come tema centrale la femminilità. La serie intitolata Modern Art Madames prende come modello i ritratti di donne di alcuni tra i più famosi artisti di inizio ‘900 (Matisse, Rosseau, Klimt, Braque e Léger), reinterpretati con il suo stile peculiare basato sul collage di carte dipinte. La tecnica è molto simile a quella dei papiers gouachés découpés, creata da Matisse attorno al 1940 e che ha caratterizzato l’ultima parte della sua produzione artistica. Gli consentiva di “dipingere con le forbici” o, come affermava egli stesso, di “disegnare direttamente nel colore“.

Nei ritratti di Alice sono ben evidenti le pennellate materiche del colore sulle tessere di carta, intrecciate in composizioni complesse, vivaci e quasi espressioniste. L’effetto finale mi ricorda lo stile spigoloso e la luminosità caleidoscopica delle illustrazioni di Marianna Tomaselli.

Scoprite tutta la galleria dei lavori di Alice sul suo sito personale e seguitela su Instagram.

Bruno Depetris

Art director e web designer, diplomato in scenografia con esperienze di teatro, fumetto, animazione, illustrazione e scultura. Scrive per Picame dal 2015.

Categorie

Archivio

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This