Anna Chiara Valentini e l’arte perduta della filigrana di carta

Anna Chiara Valentini e l’arte perduta della filigrana di carta

Posted by: on Nov 22, 2017

Si chiama quilling o filigrana di carta ed è un’arte rinascimentale che si basa sull’utilizzo di strisce di carta colorata che vengono arrotolate, modellate ed incollate insieme per creare disegni decorativi. Anna Chiara Valentini ne ha imparato i segreti da completa autodidatta e, dal 2014, lavora per affinare il suo stile.


Le storie di carta di Eugenia Zoloto

Le storie di carta di Eugenia Zoloto

Posted by: on Jul 7, 2017

Se il mondo dei paper-cut è una fonte di inesauribile meraviglia, per la perizia e la precisione con cui le delicate creazioni di carta vengono composte, difficilmente troverete un’artista altrettanto sorprendente quanto Eugenia Zoloto.


I paper cut di Stephanie Wunderlich

I paper cut di Stephanie Wunderlich

Posted by: on Nov 7, 2016

Stephanie Wunderlich vive e lavora ad Amburgo come illustratrice freelance, soprattutto per l’editoria internazionale. Qui insegna anche illustrazione all’Università di Scienze Applicate. Ha studiato Design della Comunicazione in Baviera e all’ISIA di Urbino. 


I poster “animaleschi” di Jolly Awesome

I poster “animaleschi” di Jolly Awesome

Posted by: on Sep 22, 2016

Sono furbi, irriverenti ed allo stesso tempo adorabili. Le loro fattezze sono animali, ma i loro comportamenti sono decisamente “umani”. Parlo dei simpatici protagonisti delle creazioni Jolly Awesome, brand creato nel 2014 dall’illustratore londinese Matt Nguyen con l’aiuto di Katie Littlewood e di Raffy, un french bulldog che ricopre l’importantissimo ruolo di “model & director of walkies“!


Le fiabe di carta di Mauro Seresini

Le fiabe di carta di Mauro Seresini

Posted by: on Nov 25, 2015

È figlio d’arte (il padre è pittore), ma il suo percorso è stato tutt’altro che artistico. Abbandonati gli studi in giovane età è stato muratore, barista, meccanico, elettricista, tecnico luci, assistente stylist. Ma il desiderio di creare qualcosa con le sue mani non lo ha mai abbandonato, fino a diventare una necessità.