La Generazione Z e il sesso: le video-testimonianze

La Generazione Z e il sesso: le video-testimonianze

Posted by: on Jul 19, 2017

Se sei nato dopo il 1996 fai anche tu parte della “Generazione Z“, lo sapevi? Hai vissuto l’era dei videogames, del cellulare, dei cartoni giapponesi, di Internet e delle serie TV. A scuola probabilmente sei stato tra i primi a ricevere lezioni di educazione sessuale. Ti senti emancipato e senza tabù oppure parlare di sesso ti mette in imbarazzo?


100 incredibili loop di Nicola Gastaldi

100 incredibili loop di Nicola Gastaldi

Posted by: on Apr 28, 2017

Quella dei “daily based projects“, ovvero dei progetti che si protraggono per mesi o anni con cadenza quotidiana, è una sfida che molti creativi hanno già raccolto, da Jeremiville con il suo Community Service Announcement fino al più recente 36 Days of Type. Un grosso impegno, senza alcun dubbio, specie quando l’oggetto della serie sono video o animazioni.


Il calendario dell’avvento animato di Studio Morsi

Il calendario dell’avvento animato di Studio Morsi

Posted by: on Dec 21, 2016

Da bambini, nulla come un calendario dell’avvento riusciva a farci pregustare l’arrivo del Natale, deliziandoci giorno dopo giorno con piccole sorprese. Ilaria Perversi e Angelo Mozzillo, fondatori di Studio Morsi, hanno pensato anche ai grandi e dal 1° dicembre hanno lanciato sulla loro pagina Facebook un simpatico progetto animato.


Un Inno alla Foresta per Bambine: il documentario

Un Inno alla Foresta per Bambine: il documentario

Posted by: on Nov 16, 2016

“Forest Hymn For Little Girls: un documentario in quattro stagioni” è l’emozionante progetto di Sara Bonaventura, pluripremiata filmmaker italiana, e di Raintree, una scuola elementare del Missouri unica nel suo genere.


Le animazioni vibranti di Yukai Du

Le animazioni vibranti di Yukai Du

Posted by: on Nov 14, 2016

Yukai Du definisce sè stessa come illustratrice e animatrice. Colore e movimento sono le caratteristiche principali dei suoi lavori. Anche nelle illustrazioni statiche si ha sempre l’impressione che i personaggi e gli oggetti rappresentati possano prender vita da un momento all’altro.