Le vergini di carta di Chamo San

on Jul 26, 2016

Mi affascina sempre l’artista in grado di creare, con pochi e semplici strumenti, immagini di grande potenza visiva. Come nel caso di Chamo San, illustratore di Barcellona, che ho scoperto girovagando su Instagram.

La sua formazione di tipo accademico (prima a Barcellona, poi a Parigi) ne influenza non poco lo stile, che tuttavia risulta originale e ben riconoscibile. Tra i suoi soggetti preferiti ci sono il corpo umano, in particolare quello femminile, e le mani, che Chamo rappresenta nell’atto di brandire con decisione alcuni oggetti o di andare letteralmente in frantumi, come fossero di pietra. Anche le sinuose membra delle sue “vergini” talvolta subiscono mutazioni, altre volte restano semplicemente incomplete, forse a voler sottointendere la natura volubile dell’essere umano.

Gli strumenti utilizzati da Chamo sono decisamente tradizionali: matita e carta. Solo in alcuni casi i disegni vengono finalizzati al computer, principalmente per aggiungere campiture di colore. Molto interessanti anche i suoi sketchbook su Moleskine, strumento che aggiunge ai suoi lavori quel tocco retrò che li rende ancor più affascinanti, e che gli ha consentito tra l’altro di prendere parte nel 2015 alla collettiva The Moleskine Project IV alla galleria Hashimoto Contemporary di San Francisco.

Qui sotto trovate una selezione direttamente dal suo portfolio Behance, che vi consiglio comunque di visitare come approfondimento. Se poi vi sentite particolarmente ispirati dal lavoro di Chamo potete procurarvi anche voi una Moleskine (a tal proposito vi consiglio di acquistarla online approfittando di questi convenienti coupon sconto) ed iniziare subito a disegnare.

 

Tags: , , , , , , , , , , ,