Il colore esplosivo di Girolamo Giannatempo

on Jul 12, 2016

Pugliese di origine, Girolamo Giannatempo, aka G&Sans, vive e lavora a Milano. Si è formato all’Accademia di Belle Arti di Foggia e poi di Roma, dove ha studiato grafica e fotografia. Nella sua lista di clienti troviamo Wetransfer, Girls in Tech Italy, Wella, Nioxin e molti magazine online.

Il suo approccio istintivo e l’uso esplosivo dei colori ricorda i fauves (in francese “belve, selvaggi”), ovvero quel gruppo di pittori di cui ha fatto parte anche Matisse a inizio ’900. Il colore è il principale mezzo espressivo di Girolamo: crea accostamenti spiazzanti con contrasti volutamente forzati per fare leva sull’emozione. La sua tesi di laurea, “Pensare a colori” è stata incentrata proprio su questo tema.

Un’altra esigenza importante per Girolamo è la necessità di raccontare per immagini, come nel caso dell’header che ha voluto regalarci; una storia enigmatica, eppure piena di spunti, che tocca a noi raccontare per intero. Una caratterista peculiare delle sue figure umane è la mancanza di una testa vera e propria, spesso sostituita da uno scarabocchio. Eppure l’effetto non è inquietante, semmai ispira curiosità ed è forse un autoritratto dello stesso Girolamo, perché nella foto con la quale spesso appare, anche la sua testa è mossa. E quindi lo scarabocchio al posto di un’identità rigida e immutabile è la rappresentazione della fuga da qualsiasi classificazione: l’irrequietezza e il viaggio alla continua ricerca di se stessi. Questo è Girolamo, che confessa tra l’altro di annoiarsi spesso e voler provare sempre nuove tecniche di espressione.

Nelle sue illustrazioni ricorrono periodicamente alcune figure chiave che vengono messe in scena come attori di un dramma a puntate. Forse è per questa necessità narrativa che Girolamo condivide con Gaia Elena Pucci e Cecilia Parola il progetto narrativo di Furaza (acronimo di futuro e speranza), il magazine online che racconta storie, in collaborazione con i più piccoli, offrendo agli adulti lo sguardo su un mondo che spesso dimentica d’essere stato bambino.

Potete seguire Girolamo sul suo sito personale e sul suo profilo instagram.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,