#InfinityMoviePoster: le locandine dei film cult del grande cinema come non le avete mai viste

on May 10, 2018

Federico Mancosu, graphic designer romano classe 1976, ha una vera e propria passione per il cinema, al punto che intorno ad esso ha costruito gran parte della sua carriera professionale.

E al grande cinema in particolare, cioè a quelle pellicole che hanno segnato intere epoche e generazioni, ha dedicato alcuni tra i suoi progetti più riusciti. Come la locandina di Django Unchained, che ha fatto letteralmente impazzire Quentin Tarantino, tanto che il regista americano ha voluto utilizzarla come punto di partenza per lo sviluppo di tutta la campagna di lancio del film.

Per la sua ultima serie Federico è stato incaricato da Infinity, noto servizio di video on demand che conta circa 6000 contenuti video e si distingue dalla concorrenza per una nutrita sezione dedicata ai film cult, di realizzare 8 poster-tributo reinterpretandoli con il suo stile minimal e concettuale: La Dolce Vita, Lo Chiamavano Trinità, Matchpoint, Seven, Velluto Blu, La Grande Bellezza, Borotalco e poi lui, il mitico ed indimenticabile ragionier Ugo Fantozzi. Il designer è riuscito a catturare per ogni singola trama il particolare più significativo, il dettaglio che, senza bisogno di altre spiegazioni, rende immediatamente riconoscibile il film. Un progetto davvero molto interessante, che in futuro potrebbe arricchirsi con nuovi poster scelti tra le migliaia di titoli presenti sul catalogo Infinity.

Clicca sulle locandine per saperne di più!

Tags: , , , , , , , , , , , , ,