Interview: Mercedes deBellard

on Jul 13, 2012

Qualche settimana fa le abbiamo dedicato un post, preludio di un incontro virtuale dal quale è nata l’intervista che vi presentiamo di seguito, con annessa illustrazione che Mercedes deBellard ha realizzato in esclusiva per Picame e che è finita dritta dritta sul nostro header. Leggete cosa ci ha raccontato di lei e del suo eccezionale lavoro…

Mercedes, innanzitutto grazie per la splendida illustrazione che ci hai regalato, è piacere per gli occhi vederla sul nostro header! Pensi che si possa intuire il carattere e la personalità di un artista attraverso la sua opera? Cosa si può capire di Mercedes attraverso i suoi disegni?


Ho sempre pensato che tutto ciò che viene da dentro dice molto di noi stessi, e disegnare non sarebbe stato diverso. I miei disegni spesso mi tradiscono. Sia i colori che le textures o le linee, forse solo in modo superficiale ma parlano di me. Per esempio, i disegni delle lenzuola del mio letto assomigliano nelle fantasie ad alcune delle mie illustrazioni, anche se potrebbe sembrare una sciocchezza, inconsciamente credo di portare il mio mondo sulla carta.

Dove cerchi l’ispirazione? Ti avvali della collaborazione di modelle, usi delle fotografie o è tutta… immaginazione?
Trovo l’ispirazione in tutto ciò che mi circonda. Il lavoro di altri illustratori, pittori, fotografi, sulle riviste di moda, su internet, ecc. Di solito disegno partendo da fotografie. Ho la grande fortuna di avere una sorella fotografa e questo mi aiuta molto nello scegliere le immagini che voglio disegnare. Le ragazze delle mie illustrazioni (almeno per la maggior parte) sono amiche o persone che conosco, e questo mi è di grande aiuto. Mi piace vedere come interagiscono e partecipano al processo di creazione. Quando si vedono riflesse sulla carta e si piacciono è una delle mie maggiori soddisfazioni.

Puoi dirci quale tecnica utilizzi normalmente, ovvero qual’è il processo di creazione di una delle tue illustrazioni?
Inizio sempre con matita e carta. Mi piace la freschezza che dà la grafite, anche se dopo aggiungo il colore digitalmente. Comunque mantiengo il tocco artigianale e quasi magico che solo il disegno a matita riesce a trasmettere. Tengo in grande considerazione anche la tecnica ad acquerello. Sono affascinata dalle trasparenze e dalle sfumature che si possono ottenere con questi colori. E quando tutto ciò si combina, cioè il tratto della matita, le macchie concentriche degli acquerelli e i puntini di colore, si crea un’atmosfera che mi emoziona. Penso che alla fine si come fare un puzzle, bisogna solo saper incastrare bene i pezzi.

Su cosa stai lavorando adesso e quali sono i tuoi progetti per il futuro immediato?
In questo momento sto lavorando su vari progetti: continuo con le commesse personali (di solito ritratti), collaboro con alcune fanzine e sto realizzando dei disegni per delle t-shirt che spero poter mostrare presto. Poi sono anche immersa in un lavoro personale molto speciale che però per il momento non posso rivelare, ma che mi sta emozionando moltissimo.

Benissimo, tienici aggiornati! E riguardo al futuro, dove ti piacerebbe essere? Come immagini che sarà la tua vita, anche artistica, fra qualche anno?
Non ho idea di come saranno le cose nei prossimi anni. Mi auguro però di poter continuare a disegnare come sto facendo adesso e se possibile ancora di più. Non riesco a immaginare di fare una cosa diversa.

Speriamo che sia così! Noi continueremo a seguirti passo passo, perché adoriamo davvero il tuo lavoro. Gracias Mercedes, continúa así.

www.mdebellard.blogspot.com.es

Tags: , , , , , , , , ,