L’ironia surreale di Isabella Bersellini

da | 13/06/2016 | Illustrazione

Isabella Bersellini è di Parma e si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna in fumetto e illustrazione. Ha lavorato con Lipu, Officine On/Off e Intelinguae e ha collaborato con varie small press: LokZine, Nurant, C.A.C.C.A e altri. Fa parte dell’associazione culturale JamaisVu che si occupa dell’organizzazione di mostre ed eventi culturali.

Tra gli artisti significativi per la sua formazione c’è Mark Ryden, uno degli esponenti più importanti del Pop Surrealismo. Ma rispetto a questa passione Isabella ha conservato la propria indipendenza e un proprio stile. Lontana dall’atteggiamento dissacrante o inquietante che caratterizza questa tendenza Isabella ha, per sua natura, una qualità distintiva. Infatti, qualsiasi tema viene affrontato spesso in chiave ironica, elaborando una messa in scena spiazzante o caratterizzando i personaggi con particolari che sono l’equivalente di una strizzata d’occhio. Lo stile semplice e diretto delle sue illustrazioni non ha il peso del giudizio, ma fa passare in modo “leggero” un’ironia che fa riflettere. Ce lo ha dimostrato anche con l’header realizzato in esclusiva per i lettori di PICAME, ricco di una misteriosa ironia poetica.

Potete seguire Isabella sul suo sito personale o anche sul suo profilo instagram dove scoprirete che gli piace giocare in modo pop anche con la propria immagine.

Art director e web designer, diplomato in scenografia con esperienze di teatro, fumetto, animazione, illustrazione e scultura. Scrive per Picame dal 2015.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This