Tra realismo e minimalismo: le linee suadenti di Nester Formentera

on May 15, 2017

Ammiro particolarmente la capacità di certi artisti di “sdoppiarsi”, mostrando approcci all’illustrazione spesso diametralmente opposti. È il caso ad esempio di Sergio Ingravalle, sagace illustratore concettuale ma al contempo talentuoso ritrattista.

Anche Nester Formentera, artista di Dublino che ho conosciuto di recente attraverso Instagram, possiede questa inconsueta attitudine. Oltre ad essere molto abile nei ritratti in chiave realistica (ne potete apprezzate uno nell’header che ci ha regalato) Nester ha sviluppato una particolarissima tecnica di rappresentazione che lui stesso chiama, semplicemente, “Line Work“. Spiegarlo a parole è forse più complicato che capirlo con gli occhi: per farla breve si tratta di figure tridimensionali che emergono letteralmente da un insieme di linee parallele. Riguardo ai soggetti rappresentati, per la maggior parte giovani donne in déshabillé, Nester racconta:

“My subject matter are mostly women because they are fragile, beautiful and display more emotions, in my opinion”. 

I suoi attrezzi del mestiere sono matite colorate, pennarelli neri e a volte semplici penne a sfera blu, con cui dona splendidi particolari ai suoi disegni. Quattro anni fa, su indicazione della fidanzata, Nester ha iniziato a condividerli sui social riscuotendo sempre maggiore successo. Un consiglio quanto mai azzeccato.

Nester Formentera

Comments

comments

Powered by Facebook Comments