“I learn by watching you” L’intervista di Emiliano Ponzi per Annual Typography

“I learn by watching you” L’intervista di Emiliano Ponzi per Annual Typography

[English version along the post] “The paradigm shifter” è un’intervista e un breve compendio di storia e sviluppo del metodo creativo di Emiliano Ponzi. Realizzata da Typography Annual n. 5 di Communication Arts, uno fra i più prestigiosi annual di visual design e comunicazione.

The Hybrid Space

The Hybrid Space

on Oct 17, 2013

Impatto Zero® è il concetto alla base del nuovo progetto di Toyota chiamato The Hybrid Space. Uno spazio (a Milano) dedicato a chi desidera approfondire in maniera interattiva la conoscenza di una tecnologia in grado di cambiare le sorti del pianeta in cui viviamo.


Wallpaper

Wallpaper

on Oct 16, 2013

Giochi di luce, ombre è colori. È il segreto del fotografo londinese Benedict Morgan, che nella serie intitolata “Wallpaper” ha ricoperto oggetti di ogni genere con carta da parati. Un set fotografico tridimensionale, nel quale i protagonisti si mescolano alle texture floreali, creando una meravigliosa illusione ottica!


Tattoed Bananas

Tattoed Bananas

on Oct 16, 2013

Non voglio sapere come il giapponese End Cape abbia iniziato a tatuare banane, riconosco però che la mano c’è. I frutti in questione vengono bucherellati con un ago privo di inchiostro, la colorazione scura è semplicemente la conseguenza dell’ossidazione della buccia. Il che rende tutto più difficile dato che il risultato non è immediatamente visibile. Dentro al post una selezione di banane cool.


Beer Press Collection

Beer Press Collection

on Oct 15, 2013

Design, typoghraphy, letterpress and… beer“. Sono le quattro passioni di Jordan Mummert, creatore del progetto Beer Press. Un collezione di 6 sottobicchieri in cartone, realizzati da altrettanti designer, che al momento trovate su Kickstarter in attesa di finanziatori. Da collezionare, più che da utilizzare, e da sfoggiare sulla loro base di bamboo 100% handmade.


Paul Robbins

Paul Robbins

on Oct 15, 2013

Paul Robbins è un artista in trasformazione. Il passaggio da uno stile classico ad uno più personale è tutt’ora in corso come si percepisce chiaramente dai suoi lavori. L’utilizzo di texture sembra essere la direzione preferita dall’artista gallese, che in questa evoluzione rimane pur sempre fedele agli strumenti tradizionali: matita, penna ed acquerelli.


Insane Keytags

Insane Keytags

on Oct 14, 2013

Quei pazzerelli di Various Projects si sono inventati “an online store for design-minded people who enjoy organization, happiness, and fun“. In pratica l’idea è quella di farvi pagare 15 dollari per un portachiavi con su scritta una goliardata qualsiasi, che potreste tranquillamente fare dal ferramenta sotto casa per meno della metà. Ma così fa più figo.