Libri recuperati e altre idee buffe di Molly Egan

Libri recuperati e altre idee buffe di Molly Egan

Posted by: on Jul 23, 2018

Sono inciampata nelle simpatiche illustrazioni di Molly Egan per caso e le sue faccette tonde mi hanno subito conquistata! Illustratrice freelance, vive e lavora a Philadephia, e se per caso vi ritrovaste a passare per questa città potreste addirittura trovare i suoi “libri modificati” in vendita all’aeroporto.






Gli acquerelli delicati di Angela Mackay

Gli acquerelli delicati di Angela Mackay

Posted by: on Jul 9, 2018

Verde smeraldo, azzurro, giallo dipingono scene estive, marine e solari nelle illustrazioni di Angela Mackay. Poster, piccole cartoline, appunti, cornici dei suoi vari pellegrinaggi in giro per il mondo e tante altre meravigliose suggestioni: guardare i suoi lavori è come spiare uno scorcio di realtà, calda ed accogliente, fatta di tratti leggeri dati con gli acquerelli.






Tutto il fascino dell’acquerello nelle illustrazioni di Leah Goren

Tutto il fascino dell’acquerello nelle illustrazioni di Leah Goren

Posted by: on May 23, 2018

Cresciuta tra le spiagge della California, Leah Reena Goren vive e lavora a Brooklyn, New York. Dopo aver conseguito la laurea alla Parsons School of Design ha aperto uno shop su Etsy che le ha permesso, con il tempo, di acquisire nuovi clienti e instaurare collaborazioni con brand come Anthropologie, Revlon e Vogue.






La vita quotidiana a tinte vintage di Ruby Taylor

La vita quotidiana a tinte vintage di Ruby Taylor

Posted by: on May 11, 2018

Ruby Taylor vive a Londra, dove lavora come illustratrice freelance e designer. I suoi disegni adorabili sembrano piccole caramelle colorate sparpagliate sul foglio. Ha collaborato con grandi brand come Adidas e Google e ha pubblicato per Penguin e Little White Lies Magazine. Ha anche creato indumenti con le sue stampe e simpatici blocknotes.






Le donne “matissiane” di Isabelle Feliu

Le donne “matissiane” di Isabelle Feliu

Posted by: on May 2, 2018

Isabelle Feliu non sapeva che sarebbe diventata un’illustratrice. Come Abbey Lossing, di cui vi ho parlato pochi giorni fa, amava creare vestiti e ha studiato fashion design. Solo un anno e mezzo fa, dopo essersi trasferita ad Oslo, ha iniziato ad occupare il tempo libero disegnando, spinta anche dalla madre, una sarta di origini onduregne.