Arte e censura: intervista a Frida Castelli, la misteriosa regina dell’eros made in Italy (NSFW)

Arte e censura: intervista a Frida Castelli, la misteriosa regina dell’eros made in Italy (NSFW)

Posted by: on Jul 12, 2019

(Scroll down for the English version)
Un paio di anni fa facevo la conoscenza attraverso Instagram di un’artista esordiente di nome Frida Castelli. Affascinato dai suoi disegni dal taglio spiccatamente provocatorio decisi di contattarla per scoprire qualcosa in più.






Il mondo visto attraverso il taccuino di Pietro Cataudella aka @CityLiveSketch: l’intervista

Il mondo visto attraverso il taccuino di Pietro Cataudella aka @CityLiveSketch: l’intervista

Posted by: on Jul 3, 2019

Gira il mondo armato di taccuino e matita per fermare su carta la miriade di idee che gli frullano in testa. È Pietro Cataudella, classe 1991, siciliano, dal 2014 impegnato in un progetto social che unisce fotografia, disegno e gioco.






L’arte multidisciplinare di Nicolò Canova (intervista)

L’arte multidisciplinare di Nicolò Canova (intervista)

Posted by: on Apr 17, 2019

Ci hanno abituato a vedere il mondo come scisso tra l’universo della logica e quello della creatività, come se fossero uno la negazione dell’altro. Da un lato l’istinto, dall’altro la razionalità. Da una parte l’arte, dall’altra la matematica. Un emisfero concreto, l’altro mistico.






Racconti senza parole di Nono Astro Irareza, l’illustratore che non sapeva di esserlo

Racconti senza parole di Nono Astro Irareza, l’illustratore che non sapeva di esserlo

Posted by: on Mar 20, 2019

Nono Astro Irareza lavora come ingegnere nell’aeroporto della sua città, Ambon, in Indonesia, e ha imparato a disegnare seguendo alcuni tutorial di Photoshop su Youtube.






È uscito il primo Trattato di Anatomia Emozionale della storia

È uscito il primo Trattato di Anatomia Emozionale della storia

Posted by: on Mar 6, 2019

Qualche giorno fa è arrivato in redazione un libro insolito, il primo Trattato di Anatomia Emozionale che sia mai stato scritto. Il volume raccoglie una serie di modi dire popolari e li reinterpreta “alla lettera”, trattandoli quindi come se fossero malanni corporali veri e propri.