La storia di Rafael Mantesso e Jimmy Choo

La storia di Rafael Mantesso e Jimmy Choo

Posted by: on Sep 25, 2014

La scena è cinematografica: una coppia divorzia, la moglie se ne va portandosi via tutto l’arredamento e l’uomo, il brasiliano Rafael Mantesso, si ritrova solo in una casa vuota con un bull terrier di nome Jimmy Choo come unica compagnia. Sembra la fine ma in realtà è solo l’inizio.






Hana Jang

Hana Jang

Posted by: on Mar 12, 2014

Hana Jang, artista coreana, usa la pittura digitale per rappresentare l’amore. Le sue illustrazioni sono caratterizzate da uno sfondo prevalentemente nero nel quale gli altri colori, come il rosso e l’oro, sembrano dissolversi. Storie complesse dai titoli semplici ci travolgono in un vortice di emozioni, un insieme di felicità e malinconia che simboleggia l’attesa del grande amore.






Representations

Representations

Posted by: on Feb 6, 2014

Cynthia Greig is an artist based in Detroit. Her work explores the concept of photographic truth and its correspondence to perceived reality. In her series Representations, she whitewashes everyday objects with ordinary house paint and then draws directly onto their surfaces and traces the edges and details with charcoal, so that the three-dimensional still lifes take on the appearance of simple charcoal drawings.






Keith Negley

Keith Negley

Posted by: on Feb 3, 2014

Si chiama Keith Negley ed è bravo, anzi bravissimo. Le sue illustrazioni sono capaci di travolgere al primo sguardo, senza dare scampo da una mescolanza di emozioni e meraviglia. All’armonia perfetta tra figure e spazio si aggiungono la leggerezza del tratto e l’intensità della narrazione, il tutto reso ancor più netto da scelte di colore precise e ponderate.






Jinil Park’s Furniture

Jinil Park’s Furniture

Posted by: on Jan 15, 2014

 ”I was thinking of making a new project by comfortably drawing lines and I found and realised fun and inquiring moments about the strokes that I drew on a paper”, dice Jinil Park, spiegando l’origine di questi incredibili oggetti che si fatica a credere siano davvero lampade, tavolini o sedie a tre dimensioni, tanto sono simili a veloci schizzi di matita su carta.