Intervista a Elisa Caroli, illustratrice e cofondatrice di LÖK ZINE

Intervista a Elisa Caroli, illustratrice e cofondatrice di LÖK ZINE

Posted by: on Jul 16, 2019

La passione per fiori, piante e animali arricchisce le sue illustrazioni dal tratto spontaneo e dai colori brillanti. Aggiungete un tocco di sana fantasia onirica et voilà, ecco a voi Elisa Caroli, aka La Lois.






La perversa bellezza delle eroine di Loputyn (NSFW)

La perversa bellezza delle eroine di Loputyn (NSFW)

Posted by: on Jun 13, 2019

Può un’immagine dolce e delicata, a tratti perdutamente romantica, illustrare gli abissi di perversione di cui è capace la nostra psiche? Ovviamente sì, e forse non c’è un mezzo più efficace — nonché elegante  — per farlo.






Sogno o son desto? Intervista a Eleonora Simeoni

Sogno o son desto? Intervista a Eleonora Simeoni

Posted by: on May 21, 2019

Colori rarefatti, tratto pittorico, personaggi dalla faccia lunare, che ci osservano stupiti o fissano il vuoto oltre le nostre spalle. Tutto ci sembra familiare, ma ci viene un sospetto: stiamo spiando il sogno di qualcun altro oppure siamo noi ad essere dentro al suo?






Il Kamasutra, parte prima: i grandi maestri del fumetto (NSFW)

Il Kamasutra, parte prima: i grandi maestri del fumetto (NSFW)

Posted by: on Feb 27, 2019

Il Kamasutra, in sanscrito Kāma Sūtra (Kāma = amore sensuale e Sūtra = aforisma, ovvero Aforismi sull’amore sensuale), è tra le più importanti opere della letteratura sanscrita realizzata da Vatsyayana, filosofo indiano che si suppone sia vissuto fra il primo e il sesto secolo dell’era cristiana.






Ilaria Urbinati: raccontare le emozioni con l’acquerello

Ilaria Urbinati: raccontare le emozioni con l’acquerello

Posted by: on Sep 11, 2018

L’acquerello è la tecnica con la quale Ilaria Urbinati ha cominciato a disegnare fin da piccola e che caratterizza ancora oggi il suo stile: “Sono convinta che un acquerellista è per sempre”. L’illustratrice disegna sia a mano libera che in digitale “per la questione della bussola personale: è quando lavoro a mano che capisco dove sto andando; poi riproduco tutto in digitale.”