Un artista giapponese trasforma le pietre in animali che stanno nel palmo di una mano

Un artista giapponese trasforma le pietre in animali che stanno nel palmo di una mano

Posted by: on Jan 30, 2019

Akie Nakata realizza cani, gatti, uccelli e animali selvatici che si possono stringere nel palmo di una mano perchè dipinti su ciottoli che raccoglie durante le sue escursioni nella natura.






Le foglie incontrano l’uncinetto di Susanna Bauer e diventano piccoli capolavori

Le foglie incontrano l’uncinetto di Susanna Bauer e diventano piccoli capolavori

Posted by: on Nov 13, 2018

Fragilità, pazienza, precisione e resilienza sono alcune delle parole chiave che costituiscono la forza dell’arte di Susanna Bauer: un dialogo, quasi una forma di meditazione con e attraverso la natura per riscoprire se stessi.






Masayoshi Matsumoto ha portato l’arte dei palloncini a un altro livello

Masayoshi Matsumoto ha portato l’arte dei palloncini a un altro livello

Posted by: on Nov 9, 2018

Classe 1989, originario di Tokyo, Masayoshi Matsumoto ci tiene a specificare che le sue sculture, se così possiamo chiamarle, sono fatte esclusivamente con palloncini colorati, senza adesivi o altri escamotage, il che le rende ancora più strabilianti.






Un’artista russa realizza spettacolari cibi iperrealistici in miniatura

Un’artista russa realizza spettacolari cibi iperrealistici in miniatura

Posted by: on Sep 28, 2018

Così perfetti che verrebbe voglia di mangiarli. Sono i cibi in miniatura che l’artista russa Nice Crumbs realizza con l’argilla polimerica, meglio nota come fimo. La cura dei dettagli ha davvero dell’incredibile se pensate che queste sculture sono in scala 1:6 o 1:12 il che significa che misurano pochi millimetri.






Matt Wilson e i suoi sorprendenti animali metallici fatti con materiali di scarto

Matt Wilson e i suoi sorprendenti animali metallici fatti con materiali di scarto

Posted by: on Apr 10, 2018

Capita di rompere oggetti che amiamo e di essere costretti a disfarcene perché divenuti inservibili. Capita di trovare oggetti rotti, pensare che siano bellissimi, e dolere un po’ del fatto che non servano più a nulla.