Le gigantesche opere d’arte immersiva di Cyril Lancelin uniscono pop, gioco e architettura

da | 7/07/2020 | Architettura, Arte

Enormi gonfiabili dai colori accesi e impressionanti sculture geometriche con cui si può interagire, realizzati con elementi astratti e icone della cultura pop, sono la cifra stilistica dell’architetto-artista Cyril Lancelin.

Fenicotteri, ciambelle, numeri e forme astratte sono alcune delle “voci” del vocabolario iconico che Lancelin usa con humor nelle sue enormi sculture-gioco che ricordano le opere pop di Claes OldenburgJeff Koons. Abitualmente Lancelin realizza i rendering 3D dei suoi progetti per simulare l’effetto immersivo, così da poter testare e migliorare i progetti e decidere, talvolta, di usare l’acciaio inossidabile, anziché i gonfiabili. Tra le ultime creazioni c’è Pillow Pyramid, un accogliente letto a baldacchino fatto interamente di cuscini, realizzato durante il lockdown per incoraggiare le persone a rimanere a casa.

Lancelin, dopo aver lavorato per una quindicina d’anni presso alcuni tra gli architetti più affermati di Parigi e Los Angeles, nel 2016 ha fondato il suo studio Town and Concrete. Nato a Lione, dove tutt’ora vive e lavora, ha realizzato le sue installazioni in occasione di vari eventi in giro per il mondo, dalla Cina all’Europa, dai Paesi Arabi all’America. Oltre alla galleria che segue qui sotto è stimolante vedere i video della visita all’interno di alcune opere per capire la loro potenzialità sensoriale. Andate sul suo sito per vedere tutti i suoi lavori e seguite gli aggiornamenti su Instagram.

Art director e web designer, diplomato in scenografia con esperienze di teatro, fumetto, animazione, illustrazione e scultura. Scrive per Picame dal 2015.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This