Macchie di acquerello nero diventano intriganti felini nei dipinti di Endre Penovác

da | 28/05/2020 | Arte

Endre Penovác, artista ungherese, ama dipingere bellissimi gatti dal pelo fulgido sfruttando il potere di assorbimento della carta.

L’inchiostro dell’acquerello, penetrando e risalendo all’interno delle fibre per effetto della capillarità, si espande verso i bordi del foglio fino a riprodurre con estremo realismo le loro morbide pellicce.

Gli intriganti felini ci fissano con i loro occhi magnetici e, grazie al movimento che questa tecnica pittorica conferisce, sembrano sul punto di effettuare un balzo o di sferrare un attacco. Altre volte vengono ritratti nei tipici atteggiamenti sonnacchiosi e apatici che tuttavia contribuiscono ad alimentare il fascino unico che questi piccoli predatori sono in grado di esercitare sui loro compagni umani.

Penovác, che attualmente vive e lavora in Serbia, coltiva la sua passione per l’arte fin dalla più tenera età ma è solo durante il servizio militare che, grazie ai consigli di un compagno artista, decide di farne la propria professione. La sua produzione spazia dal realismo all’astrattismo, tra i suoi soggetti preferiti oltre agli animali ci sono i paesaggi e i ritratti. Le opere originali sono in vendita su questa pagina.

Endre Penovác

Classe 1983, lavora nel mondo della progettazione grafica e della comunicazione come designer e art director. Dopo alcuni anni di esperienza come freelance, nel 2013 ha fondato FARGO, agenzia multidisciplinare specializzata in progettazione grafica, brand design e new media. È fondatore e direttore di Picame dal 2008.

Newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Pin It on Pinterest

Share This