GR170

da | 12/11/2012 | Creatività, Design

Si considera un tossicodipendente da arte, ama l’odore della vernice e dipinge per le strade. Lui è GR170 (si legge Grito), nato a Barcellona, dove vive e lavora. Inizia a realizzare graffiti, la sua più grande passione, nel 2001 tra le vie della città, con uno stile tutto suo e molto riconoscibile. Si fa notare dal collettivo Mixed Media e ne entra a far parte nel 2006 iniziando una ricerca stilistica che lo porterà a sfoggiare tutta la sua arte (e la sua ironia) in dei mega-murales contro i poteri forti. A causa della tolleranza zero da parte della Polizia catalana verso il fenomeno del writing, i soggetti di GR170 sono cambiati radicalmente. Se all’inizio del suo percorso artistico era dedito alla riproduzione di pesci e mani, adesso i suoi soggetti triplicano di dimensione mutandosi in lupi. Lupi condottieri contro le forze del male (in questo caso la Polizia) che sfoggiano tutto il loro sarcasmo, quasi sbeffeggiandoli, pieni nelle forme e nei colori. La maggior parte dei suoi murales sono illegali e la quasi totalità è realizzata in posti difficili da raggiungere: Fabbriche abbandonate, gallerie, ponti autostradali e qualsiasi altro luogo che abbia delle pareti di cemento. Insomma ogni sacrosanto posto che non sia sorvegliato dalla Polizia.

Nato nel maggio dell'86, anche se avrebbe preferito nascere nell'82 perchè vinse l'Italia contro una Germania Ovest prima della caduta del muro, Ludovico Vassallo sulla carta è nullafacente e nullatenente ma in realtà ha quasi 700 cd ed una passione smodata per l'iperrealismo e i tweet di Flying Lotus.

Newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy