L’illustrazione POP irriverente di Kine Andersen (NSFW)

da | 12/11/2018 | Illustrazione

Non c’è spazio per i buoni sentimenti nel mondo immaginato da Kine Andersen, in cui persino i gatti fumano sigarette e si sbronzano.

Le sue illustrazioni sembrano uscite direttamente dai romanzi di Charles Bukowski, e stride il contrasto tra la crudezza del tratto e la vivacità dei colori, che ricordano la pop art di Roy Lichtenstein. A differenza di quest’ultimo però Kine è nata e cresciuta negli anni ’90 in un piccolo paese della Norvegia, coltivando dentro di sè tutta la frustrazione di un adolescenza relegata nella solitudine e nell’oblio.

Il disagio esistenziale si riflette nei suoi personaggi, che sembrano trascorrere il loro tempo nella totale apatia, immuni agli imput esterni, schiavi dei vizi e irrimediabilmente persi: giovani donne dallo sguardo smarrito e dal carattere turbolento giacciono abbandonate in preda ad emozioni contrastanti, e poi sesso, droga, alcol, stereotipi e un pizzico di pulp. Deliri post-adolescenziali romanzati con astuzia o scorci estremamente lucidi della società di oggi? Ai “postumi” l’ardua sentenza.

Kine Andersen

Classe 1983, lavora nel mondo della progettazione grafica e della comunicazione come designer e art director. Dopo alcuni anni di esperienza come freelance, nel 2013 ha fondato FARGO, agenzia multidisciplinare specializzata in progettazione grafica, brand design e new media. È fondatore e direttore di Picame dal 2008.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This