Un mondo accogliente in cui possiamo essere noi stessi: Maggie Cole

da | 28/01/2021 | Illustrazione

Dice di ispirarsi alle gocce di pioggia sul parabrezza, alla solitudine e alla nostalgia. Eppure nelle sue illustrazioni la gamma delle espressioni umane è spesso incentrata attorno a quelle buffe, divertenti, piene di tenerezza per le piccole gioie quotidiane, come asciugarsi in bagno assieme al gatto, leggere un libro, pettinarsi i capelli.

A quest’ultima attività in particolare Maggie Cole, artista e illustratrice Saint Paul (Minnesota), ha dedicato nel 2017 un progetto su Instagram intitolato “100 Days of Hair” in cui ha passato in quotidiana rassegna i più svariati look di amici e conoscenti, da quelli più cool ai non proprio riusciti tentativi con la piastra lisciante, fino alla pettinatura che domina incontrastata l’internet: il gatto sulla testa.

Più recentemente, le protagoniste delle illustrazioni di Maggie hanno iniziato ad indossare ampi indumenti in stile gipsy, le cui coloratissime fantasie donano un tocco esotico agli ambienti domestici, un grande must degli ultimi mesi. Con il suo motto “Sad but Funky” infine, l’illustratrice statunitense ha sdoganato la paura di mostrarsi tristi attraverso i social, postando in prima persona foto e video dei suoi momenti “no”.

Maggie Cole

Roberta Zeta
Illustratrice italiana, dopo varie esperienze in giro per il mondo si è stabilita a Los Angeles. Accidentalmente laureata in legge, disegna da sempre, dedicandosi a progetti editoriali e fashion. Scrive per Picame dal 2009.

Newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy