Il linguaggio primordiale: Martha Ossowska Persson

da | 22/10/2015 | Arte

Le mani parlano. Con le mani diciamo chi siamo, ci presentiamo, esterniamo le emozioni, comunichiamo. Mettiamo involontariamente a nudo la nostra interiorità, attraverso un linguaggio simbolico universale che percorre trasversalmente tradizioni, tempi e luoghi. 

Martha Ossowska Persson, svedese classe 1983, ha provato a coglierne le infinite sfaccettature con una vibrante interpretazione di fisicità tattili in un’epoca sempre più tecnologica e disumanizzata. Il tema predominante della collezione riguarda l’esplorazione multiforme del corpo e dei comportamenti umani innati; davvero notevole il sapiente utilizzo degli acquerelli, tecnica grazie alla quale l’artista ha saputo rendere le sue opere realistiche e molto dettagliate, costituendo il punto d’incontro tra lo spettatore ed il concetto espresso.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This