La designer Nicole McLaughlin realizza capi d’abbigliamento al limite dell’assurdo

Un irriverente e ingegnoso riassemblaggio di vestiti ed accessori di marca ma anche dei più svariati oggetti - dalle palline da badminton alle scatole per le uova - che l'artista trasforma in calzature, principalmente ciabatte e pantofole, ma anche felpe, gonne, borse

da | 17/12/2021 | Creatività

Nicole McLaughlin è una graphic designer che ha iniziato a farsi conoscere con alcuni pezzi disegnati per Reebok. Solo in seguito, con una collezione personale che ben rappresenta il suo concetto di moda, è diventata un vero fenomeno del web.

In un’intervista per Highsnobiety racconta:

“Non ho mai studiato moda o design ma una volta iniziato a lavorare per Reebok ho imparato di più sul processo di produzione delle calzature. Così ho cominciato a ritagliare vecchi campioni e materiali di scarto trovati in ufficio sperimentando e creando cose a caso quando la sera tornavo a casa”

A chi chiede a gran voce un riassortimento dello store digitale Nicole risponde che i suoi pezzi vanno intesi più come opere d’arte piuttosto che come veri e propri capi d’abbigliamento da sfoggiare durante le serate mondane, e non sembra interessata a ripetere l’esperienza della vendita online. Per il momento quindi non vi resta che seguirla su Instagram.

my eBay search for these materials was ?leftover party favors? haha

Designer e art director, è fondatore e direttore di Picame dal 2008 e co-fondatore di FARGO, agenzia specializzata in design e comunicazione.

Iscriviti alla newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy