Le illustrazioni metafisiche di Reno Nogaj

da | 2/05/2017 | Illustrazione

Reno Nogaj è nato a Shkodër (Scutari) in Albania. Il disegno è sempre stata la sua passione, tanto da portarlo ad iscriversi al liceo artistico della sua città natale. L’ultimo anno lo ha fatto a Sondrio, dove si è trasferito con tutta la famiglia e dove tutt’ora vive e lavora. La formazione è poi continuata con il corso triennale di grafica a Lecco ma la sua vera vocazione, sulla quale è attualmente concentrato con tutta la determinazione possibile, è sempre stata l’illustrazione.

Reno predilige figure misteriose e sfuggenti che si muovono come fantasmi in situazioni metafisiche, simbolo dell’enigmaticità dei loro stessi pensieri. Capita che i loro volti e corpi siano ricoperti da striature colorate che si allungano e sembrano dissolverne i tratti: una sorta di metafora visiva dello spleen di cui i personaggi sono prigionieri, talvolta in compagnia di misteriosi animali simili ai daimon del film La bussola d’oro.

Nell’header che ha realizzato in esclusiva per PICAME, Reno non smentisce la sua vena metafisica e simbolista che, in questo caso, diviene una metafora sensibile dei sentimenti umani più profondi.

Potete scoprire tutti gli altri lavori di Reno su Behance e su Tumblr.

Art director e web designer, diplomato in scenografia con esperienze di teatro, fumetto, animazione, illustrazione e scultura. Scrive per Picame dal 2015.

Newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy