Sachin Teng: la parte nascosta della realtà

da | 19/04/2017 | Illustrazione

Con uno stile comic estremamente realistico, ricco di dettagli e colori, le illustrazioni di Sachin Teng riempiono gli occhi e spiazzano per l’inattesa ed efferata surrealtà. L’artista taglia e riassembla, come un Frankenstein, passato, presente e futuro con stilemi culturali diversi. Le sue dissezioni anatomiche non sono un tributo all’horror, piuttosto un espediente simbolico per mettere in connessione diverse realtà, mondi e tempi, distanti tra loro. Cerco di descrivere le cose che non si vedono, afferma Sachin, e lo fa letteralmente, mettendo a nudo più l’anima che la carne. L’effetto, in alcuni casi, ricorda la Venere di Milo a cassetti di Dalì.

Diplomatosi al Pratt Insitute di Brooklyn in Communication design e illustrazione nel 2010, ora vive e lavora come freelance a Los Angeles. Ha collaborato con molte testate, tra cui The New Yorker, Wired Magazine, Fortune Magazine, The New York Times, The Discovery Channel Magazine. È stato premiato con il Gold Award dalla Society of Illustrator nel 2012.

Se volete scoprire alcuni segreti del suo modo di disegnare guardate questo tutorial e seguitelo sul sito personale e su Instagram.

Art director e web designer, diplomato in scenografia con esperienze di teatro, fumetto, animazione, illustrazione e scultura. Scrive per Picame dal 2015.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This