Soomyeong, l’illustratrice coreana che disegna il mondo solo con carta e matita

da | 19/09/2019 | Illustrazione

Se pensate che carta e matita siano strumenti superati, o al limite utili solo per abbozzare qualche schizzo, dopo aver visto il lavoro di Soomyeong dovrete ricredervi.

L’illustratrice di Seoul non necessita di altri strumenti per realizzare le sue stupende illustrazioni, in cui ogni elemento viene tratteggiato con estrema delicatezza, i volumi e le ombre emergono dal bianco opaco della carta in tutta la loro profondità. La mancanza dei colori non è un limite, le consente anzi di concentrarsi esclusivamente sul soggetto, ricercando la perfezione e l’unicità di un segno costruito in anni di lavoro come illustratrice.

Most of the inspiration for my work comes from body movement and the sound of space” ha confidato Soomyeong durante una recente intervista su It’s Nice That. E infatti ognuna delle sue tavole in qualche modo evoca un movimento, un’azione che viene o sta per essere compiuta nell’instante in cui stiamo osservando. La texture ruvida della carta contribuisce a dare tridimensionalità allo spazio e rende ancora più realistici dettagli come la superficie increspata di una piscina o la lucentezza di una vetrata. Una pregevole dimostrazione di come impegno e dedizione portino al raggiungimento di grandi risultati, anche con i mezzi più semplici.

 alt=

Soomyeong

Classe 1983, lavora nel mondo della progettazione grafica e della comunicazione come designer e art director. Dopo alcuni anni di esperienza come freelance, nel 2013 ha fondato FARGO, agenzia multidisciplinare specializzata in progettazione grafica, brand design e new media. È fondatore e direttore di Picame dal 2008.

Newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Pin It on Pinterest

Share This