Queste sculture sono il frutto del lavoro di 60.000 api

da | 19/01/2021 | Arte

Occorrono fino a due anni prima che una delle opere di questo originale artista slovacco e delle sue piccole preziose assistenti venga ultimata.

Tomas Libertiny è un pittore e scultore di origine slovacca, di base Rotterdam, che ha raggiunto la fama internazionale grazie alle sue insolite sculture fatte di cera d’api. La loro unicità dipende non tanto dal materiale di cui sono fatte quanto dal processo di creazione: sono le api stesse infatti che, costruendo il proprio alveare su strutture 3D, danno lentamente forma all’opera finale. Un processo che può durare mesi o anni a seconda della grandezza del modello e della laboriosità delle piccole aiutanti.

Questo grado di complessità ha permesso a Liberitiny di creare solo pochi pezzi fino ad oggi, per lo più ispirati a miti e oggetti del passato. L’ultimo, dedicato alla regina d’Egitto Nefertiti, ha richiesto due anni di lavoro e l’aiuto di 60.000 api per essere completato. Il modello del busto è stato ricavato dai ritratti conservati nel museo Staatliche di Berlino ed è stato successivamente inserito in una teca esposta al museo Kunsthal di Rotterdam in modo che i visitatori potessero osservare le api al lavoro. Una volta ultimato, è stato rifinito e nuovamente esposto nella sua forma finale.

Eternity (a.k.a. Nefertity) – 2019-20

Quello di Libertiny è un progetto artistico dal forte valore simbolico. Da un lato esprime la profonda connessione con la natura, sua primaria fonte di ispirazione, dall’altro esalta il lavoro delle api, preziosi insetti senza i quali la vita non potrebbe esistere, che oggi si trovano a dover combattere una dura lotta contro l’estinzione dovuta al massiccio utilizzo dei pesticidi in agricoltura. Un altro aspetto da sottolineare è la dicotomia tra la perfezione dei modelli di partenza e della struttura geometrica dell’alveare e l’imperfezione dell’opera finale. Le sculture infatti subiscono un processo di rifinitura che non va a intaccare la loro irregolarità ed esprime il profondo rispetto che tutti dovremmo avere verso la natura.

Tomas Libertiny

Endless Column –2017

Brutus – 2020

Eternity (a.k.a. Nefertity) – Struttura di base dell’alveare

The Agreement – 2012
Thousand Years – 2014
Classe 1983, lavora nel mondo della progettazione grafica e della comunicazione come designer e art director. Dopo alcuni anni di esperienza come freelance, nel 2013 ha fondato FARGO, agenzia multidisciplinare specializzata in progettazione grafica, brand design e new media. È fondatore e direttore di Picame dal 2008.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This