Una linea nera per disegnare il mondo: Viola Gesmundo

da | 16/10/2018 | Illustrazione

Viola Gesmundo è originaria di Foggia ma la sua attività recente si divide tra Rotterdam e Torino, città dove si è formata come architetto. L’illustrazione è diventata il suo unico lavoro e ha trovato una sintesi con l’architettura nella street art, con cui Viola ricerca l’interazione tra lo spazio metropolitano e l’uomo.

I suoi sono messaggi di libertà basati sull’idea che l’arte debba essere per tutti. La città è come un’enorme tela dalla quale emergono immagini nascoste nelle trame dei muri e delle superfici. Un elemento ricorrente nei suoi lavori è la linea nera che dà forma ai personaggi, prevalentemente femminili, e alle loro storie. È l’autrice stessa ad affermare: “Cerco la linea perfetta in uno spazio e la seguo”.

In questo video potete vederla all’opera durante la performance Kitchion Exhibition. Ha collaborato con varie riviste online e ha illustrato due libri per l’infanzia sul tema della differenza. La sua ultima fatica è l‘header che ha dedicato a tutti i lettori di Picame, un inno alla gioia e alla condivisione.Per tutto il resto sfogliate il suo portfolio e seguitela su Instagram.

Art director e web designer, diplomato in scenografia con esperienze di teatro, fumetto, animazione, illustrazione e scultura. Scrive per Picame dal 2015.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This