Reinventare la realtà che ci circonda per raccontare il quotidiano: l’ingegno poliartistico di Alessandro Malossi

da | 13/10/2021 | Creatività

Il punto di vista visionario e surrealista del giovane artista bolognese ci conduce in un mondo in cui tutto può succedere

Un uovo il cui tuorlo è un feto; un caffè rovesciato che rivela “L’Urlo” di Munch; screenshot di conversazioni che raccontano con sarcasmo attimi della vita di ognuno di noi. Ma anche opere in larga scala, esposizioni e mostre internazionali, collaborazioni con importanti brand di moda. 

Contaminazione e continua ispirazione: questo è Alessandro Malossi, brillante artista ventottenne. Cresce a Bologna, il primo soggetto dei suoi disegni, e si diploma alla NABA di Milano. Dipinge, tatua, illustra in digitale: un percorso in continua evoluzione, volto a perfezionare il suo particolarissimo estro. 

Su Instagram ci dà un assaggio della sua personale reinterpretazione del mondo, grazie alla grande abilità nella foto manipolazione. Durante il lockdown del 2020 lancia sempre su Instagram anche un altro progetto: “pleasetalktomyhand”, in cui fotografa molto da vicino il palmo della sua mano, sul quale scrive frasi incisive e provocatorie. Il progetto è diventato presto virale, al punto da finire sulla copertina di diversi numeri di Plastik Magazine. 

– Leggi anche: La fotografia surreale di Gab Bois trasforma la quotidianità in arte 

Stupisce come l’artista riesca a trovare, ovunque guardi, uno spunto per rimodellare a suo piacimento la realtà che ci circonda: ciò che traspare dalle opere è un animo in fermento, ricco di forti opinioni. Non mancano infatti lavori dal taglio politico e sociale: il sostegno alla comunità LGBTQ+, la lotta al cambiamento climatico, la sconfitta di Trump alle elezioni americane, la pandemia. Il grande impatto della quotidianità nelle sue foto – per quanto dal sapore visionario e surrealista – consente al pubblico di avvicinarsi al punto di vista di Malossi senza fraintendimenti, ma anzi con assoluto coinvolgimento. 

Per scoprire la magnifica realtà parallela dell’artista e le altre sue opere vi consigliamo di fare un giro sul suo Instagram. 

– Leggi anche:

La “moda non moda” di Nicole McLaughlin che fa impazzire il web

 

Dal 1990 cresce a pane e parole, si laurea in Cinema e dal 2016 lavora come content editor per la televisione. Ama la creatività in tutte le sue forme e vuole farne il suo stile di vita.

Newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy