Il mondo alla rovescia nei dipinti di Bruno Pontiroli

da | 5/06/2018 | Arte, Creatività

Spiazzanti, surreali, assurde, paradossali, visionarie: queste sono solo alcune tra le tante definizioni che vengono in mente guardando le opere di Bruno Pontiroli, artista che vive e lavora a Parigi. La sua intenzione è quella di capovolgere la percezione delle cose comuni per costringerci a vederle sotto una nuova luce. Usando l’ironia e l’assurdo il suo realismo grottesco sfida la nostra immaginazione. È lo stesso Bruno ad affermare:

“Distorcere un simbolo o mescolare universi opposti mi permette di mettere in discussione l’identità delle cose in modo che io possa reinventarle e creare un universo senza regole né logica in cui tutto è possibile.”

Cresciuto nel sud della Francia, Bruno ha trascorso alcuni anni in Guadalupa e dopo aver studiato e lavorato nell’ambito della grafica 3D si è dedicato alla pittura. È stato anche uno street artist che disegnava graffiti sui treni della metropolitana di Parigi e nelle principali città europee. La sua tecnica attuale è più tradizionale: parte da schizzi realizzati ad acquerello, matita o inchiostro, poi passa a delineare il soggetto su tela, lavorando con acrilico bianco e nero, e infine lo ripassa e rifinisce con colori ad olio. Tra gli artisti che ama e che rappresentano il suo punto di riferimento ci sono Magritte, Roland Topor, Rubens e Rembrandt.

Scoprite tutti i lavori di Bruno sul suo sito e su Instagram.

Art director e web designer, diplomato in scenografia con esperienze di teatro, fumetto, animazione, illustrazione e scultura. Scrive per Picame dal 2015.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This