Le illustrazioni metaforiche di Fernando Cobelo

da | 20/02/2018 | Illustrazione

Quando le parole da definizione Zanichelli non esistono, non rimane che provare con le metafore, come ci insegnano i poeti, o con i disegnini, come ci insegnano i bambini“. Oppure, continua Fernando Cobelo, si possono unire le cose e dare vita a illustrazioni metaforiche. Quelle che sono diventate la sua cifra stilistica e che hanno attirato l’attenzione di gallerie e clienti importanti come Disney, Penguin, Swatch e Lavazza.

Classe 1988, di origini venezuelane, Fernando vive e lavora in Italia. Ha illustrato e pubblicato libri (“Todo queda igual, pero igual cambia” e “Mil maneras de perderte y solo una de encontrarte”), porta avanti un ambizioso progetto personale chiamato Ordinary Young Man e ha costruito un mondo bianco e nero in cui figure androgine si muovono con delicatezza sulla sottile linea che divide il reale dall’immaginario, il sogno dall’incubo, la felicità dalla malinconia. Esattamente come accade con la poesia o con la musica, ogni spiegazione è del tutto superflua: chiunque può immedesimarsi e scorgere nelle illustrazioni di Fernando un messaggio unico e personale.

The Village è il titolo del suo ultimo lavoro, che ha voluto regalare ai lettori di Picame e che apre una gallery selezionata appositamente per l’occasione. Per tutto il resto vi invito a visitare il suo sito web e a seguirlo su Instagram.

Classe 1983, lavora nel mondo della progettazione grafica e della comunicazione come designer e art director. Dopo alcuni anni di esperienza come freelance, nel 2013 ha fondato FARGO, agenzia multidisciplinare specializzata in progettazione grafica, brand design e new media. È fondatore e direttore di Picame dal 2008.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This