Gli acquerelli di Giselle Dekel ci insegnano a prendere la vita con ironia

da | 3/12/2020 | Illustrazione

Belga di origine, israeliana d’adozione, Giselle Dekel è un’illustratrice per caso che ha fatto del lato tragicomico della vita la propria cifra stilistica.

Il suo percorso nel mondo dell’illustrazione non era pianificato. Quando nel 2006 si è trasferita in Israele il sogno di Giselle infatti era quello di diventare textile designer. Alla fine del percorso di studi avrebbe dovuto iniziare un tirocinio in Austria ma l’occasione è saltata all’ultimo minuto facendola piombare in un periodo di crisi creativa ed esistenziale durato diversi anni. Grazie all’illustrazione Giselle riemerge dal limbo e, come a voler recuperare il tempo perso, diventa un’artista estremamente prolifica. Il che è ancora più stupefacente dato che nel frattempo è anche diventata mamma di tre bambini e ha dovuto iniziare a lavorare durante le ore notturne o nei rari momenti di calma casalinga.

Le sue illustrazioni sono un mix di tecnica tradizionale (acquerello) e digitale. Riscuotono grande successo perchè, oltre ad essere esteticamente piacevolissime, raccontano situazioni in cui le persone possono immedesimarsi. È stata la stessa Giselle a spiegare – durante un simpatico Q&A sotto forma di Instagram story – che il quotidiano rimane sempre la sua più grande fonte di ispirazione.

“2020 Highlights” – Giselle Dekel, 2020

Ultimamente, come tanti suoi colleghi, sta trattando tematiche legate al periodo particolare che stiamo vivendo cercando di sdrammatizzare e al contempo dare un segnale di vicinanza alle persone. Un esempio su tutti la sua illustrazione intitolata “Momenti clou del 2020“, che riesce a strapparci un sorriso, seppur amaro.

Se vi piacciono i suoi lavori potete acquistarne le stampe sullo shop online. Ma non prima di aver sfogliato la gallery in cui ho cercato di raccogliere tutto il meglio (a mio modestissimo parere) della sua produzione.

– Leggi anche:

Il lato tragicomico della vita di coppia nelle vignette di Yuval Robichek

Il piacere dell’intimità domestica tra libri, piante e calici di vino: Nunzio Bonina (NSFW)

 

Classe 1983, lavora nel mondo della progettazione grafica e della comunicazione come designer e art director. Dopo alcuni anni di esperienza come freelance, nel 2013 ha fondato FARGO, agenzia multidisciplinare specializzata in progettazione grafica, brand design e new media. È fondatore e direttore di Picame dal 2008.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This