Dipinti che mostrano il mondo come lo vedrebbe una persona affetta da miopia

da | 18/07/2019 | Arte

Philip Barlow osserva la realtà che lo circonda con gli occhi di una persona affetta da miopia e attraverso l’iperrealismo indaga l’intima relazione tra forma, luce e colore.

La sua produzione è suddivisa in macro-tematiche: night, beach, city e abstract figures sono le raccolte di dipinti “sfocati” presenti sul suo portfolio digitale. Per realizzarli, l’artista cattura le immagini con una fotocamera digitale e successivamente le riproduce su tela con una maestria tale che risulta molto difficile capire se si tratti di dipinti o di fotografie. A proposito dei soggetti immortalati, dichiara:

“Ricerco la cattura dell’attimo, quel millisecondo di tempo in cui tutto si allinea perfettamente: forma, luce e il colore si uniscono in tutta la loro complessità. Una sinfonia perfetta”.

Barlow è nato nel 1968 a Pietermaritzburg, Sudafrica. Oggi lavora e vive vicino a Cape Town con la moglie, i figli, i cani e le galline.

Philip Barlow

Classe 1983, lavora nel mondo della progettazione grafica e della comunicazione come designer e art director. Dopo alcuni anni di esperienza come freelance, nel 2013 ha fondato FARGO, agenzia multidisciplinare specializzata in progettazione grafica, brand design e new media. È fondatore e direttore di Picame dal 2008.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This