L’ironia minimalista nei collage digitali di Sebastian König

da | 4/12/2018 | Illustrazione

Il suo stile nasce dal collage di carte colorate ritagliate a mano. Una tecnica che Sebastian König ha letteralmente riprodotto anche nella versione digitale dei suoi disegni, realizzati in vettoriale. In essi ritroviamo gli stessi tratti spezzati dalle forbici e una leggera sgranatura che vuole evocare la ruvidezza del cartoncino. Le sue microstorie senza parole usano l’ironia per sorprenderci e farci riflettere e ci ricordano lo stile e i temi a cui ci hanno abituati Geoff Mcfetridge o Anna Kövecses.

Sebastian trae ispirazione dalla vita quotidiana ma è possibile che anche la musica abbia la sua parte, visto che per hobby suona in una band che fa musica elettronica. È di Amburgo, città dove ha studiato graphic design e attualmente vive e lavora come illustratore e art director.

Scoprite tutti i suoi lavori sul sito e su Instagram.

Art director e web designer, diplomato in scenografia con esperienze di teatro, fumetto, animazione, illustrazione e scultura. Scrive per Picame dal 2015.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Advertisement

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This