L’arte del riutilizzo: Virgin Honey

da | 25/10/2016 | Arte, Creatività

“Artista, creatrice, collezionista di spazzatura da spiaggia, amante dei mercatini delle pulci e fotografa”, si presenta così Sabine Timm, in arte Virgin Honey, dal suo seguitissimo account Instagram. I numerosi followers aspettano con curiosità le creature che Sabine inventa assemblando gli oggetti che trova.

Un maglione nocciola e dei calzini possono trasformarsi in un cane che sembra uscito dai cartoni di Hanna-Barbera; due pennelli siedono a tavola pasteggiando con i colori; persino credenze e vecchi divani possono prendere vita, se toccati dalle sapienti mani di Timm. “Pareidolia” si chiama la tendenza a scorgere visi in oggetti o strutture casuali ed inanimate, ma Virgin Honey ci aggiunge tenerezza, poesia, e un’inventiva impareggiabile.

Virgin Honey

Roberta Zeta

Illustratrice italiana, dopo varie esperienze in giro per il mondo si è stabilita a Los Angeles. Accidentalmente laureata in legge, disegna da sempre, dedicandosi a progetti editoriali e fashion. Scrive per Picame dal 2009.

Categorie

Archivio

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This