L’arte del riutilizzo: Virgin Honey

da | 25/10/2016 | Arte, Creatività

“Artista, creatrice, collezionista di spazzatura da spiaggia, amante dei mercatini delle pulci e fotografa”, si presenta così Sabine Timm, in arte Virgin Honey, dal suo seguitissimo account Instagram. I numerosi followers aspettano con curiosità le creature che Sabine inventa assemblando gli oggetti che trova.

Un maglione nocciola e dei calzini possono trasformarsi in un cane che sembra uscito dai cartoni di Hanna-Barbera; due pennelli siedono a tavola pasteggiando con i colori; persino credenze e vecchi divani possono prendere vita, se toccati dalle sapienti mani di Timm. “Pareidolia” si chiama la tendenza a scorgere visi in oggetti o strutture casuali ed inanimate, ma Virgin Honey ci aggiunge tenerezza, poesia, e un’inventiva impareggiabile.

Virgin Honey

Roberta Zeta
Illustratrice italiana, dopo varie esperienze in giro per il mondo si è stabilita a Los Angeles. Accidentalmente laureata in legge, disegna da sempre, dedicandosi a progetti editoriali e fashion. Scrive per Picame dal 2009.

Picame newsletter

Ogni bimestre riceverai una selezione dei nostri articoli.

Iscrivendoti dichiari di accettare la nostra Privacy Policy

Nella stessa categoria

Pin It on Pinterest

Share This