Lee Kyutae: illustrazioni oniriche fatte di pura luce

Lee Kyutae: illustrazioni oniriche fatte di pura luce

Posted by: on Apr 9, 2019

Con la sua abilità tecnica, che si avvale solo di leggeri tratti a pastello e inchiostro, Lee Kyutae, aka kokooma, riesce a trasformare la realtà in sogni metafisici fatti di pura luce colorata.






Un artista spagnolo ha ricreato i volti degli imperatori romani partendo da antichi busti di marmo

Un artista spagnolo ha ricreato i volti degli imperatori romani partendo da antichi busti di marmo

Posted by: on Mar 28, 2019

Abbiamo tutti un’idea più o meno precisa dell’aspetto che avrebbe avuto Giulio Cesare perchè ci ricordiamo gli affreschi sui libri di storia, i documentari di Alberto Angela e, soprattutto, i cartoni di Asterix e Obelix, ma vedere il suo viso riprodotto in 3D fa comunque un certo effetto!






Iperrealismo surreale: gli stupefacenti dipinti a olio di Marco Grassi

Iperrealismo surreale: gli stupefacenti dipinti a olio di Marco Grassi

Posted by: on Oct 9, 2018

Nell’ammirare oggi questi capolavori sembra incredibile pensare che il suo talento ha rischiato di essere dedicato alla contabilità. Nato a Reggio Emilia nel 1987 Marco Grassi ha infatti deciso di seguire la strada dell’arte solo dopo essersi diplomato in ragioneria, iniziando dall’Accademia di Belle Arti di Bologna. 






Un’artista russa realizza spettacolari cibi iperrealistici in miniatura

Un’artista russa realizza spettacolari cibi iperrealistici in miniatura

Posted by: on Sep 28, 2018

Così perfetti che verrebbe voglia di mangiarli. Sono i cibi in miniatura che l’artista russa Nice Crumbs realizza con l’argilla polimerica, meglio nota come fimo. La cura dei dettagli ha davvero dell’incredibile se pensate che queste sculture sono in scala 1:6 o 1:12 il che significa che misurano pochi millimetri.






Josh Keyes

Josh Keyes

Posted by: on Apr 28, 2014

Josh Keyes è un artista di Portland che si ispira all’estetica neoclassica e alle illustrazioni dei libri di scienze naturali per realizzare a mano, con pennello e vernice acrilica, dipinti raffiguranti animali di ogni genere privati dei loro habitat d’origine e liberati su sfondi urbani. Ogni opera è progettata come un collage ed il suo stile è un ibrido tra surrealismo (c’è chi lo ha definito “eco-surrealismo”) e iperrealismo.